DIPENDENZE PATOLOGICHE

Per parlare di dipendenza patologica è necessario che il rapporto con la sostanza o il comportamento sia caratterizzato da una compulsione tesa a soddisfare il desiderio impellente (craving), e a tamponare i sintomi di astinenza. A parte le più conosciute dipendenze da sostanze (stupefacenti, alcool, tabacco), esistono dipendenze da comportamenti di un certo tipo, come il gioco d’azzardo, l’uso di mezzi tecnologici come tv, cellulari, internet e social network, lo shopping compulsivo e la dipendenza sessuale. Nella sua espressione la dipendenza patologica tende ad attenuare stati d’animo vissuti come negativi, spesso depressivi, e a regalare un momentaneo stato di benessere psicofisico, stato che ha sempre minor durata.

Nell’approccio costruttivista le dipendenze vengono considerate come il soddisfacimento di bisogni che la persona cerca ed ottiene, pur con la compromissione delle relazioni interpersonali, dello status lavorativo e spesso economico. Acquista significato quindi dare alla dipendenza un senso più ampio e cercare con la persona alternative plausibili, piuttosto che cerare di limitare o eradicare quel comportamento che evidentemente la persona attua per restare in equilibrio con il suo mondo.

Via Cavour 64, Firenze
Vedi su Google Maps

10:00 - 20:00

+39 329 028 6660